29/8/2020

29 agosto 2020 - This week in The Lancet


Infarto miocardico senza sopraslivellamento del tratto ST in pazienti molto anziani

Invasive versus non-invasive management of older patients with non-ST elevation myocardial infarction (SENIOR-NSTEMI): a cohort study based on routine clinical data
Studio di coorte britannico su 1976 pazienti con NSTEMI (in precedenza "infarto subendocardico") per verificare se la tendenza molto frequente delle cardiologie di non sottoporre ad intervento invasivo i pazienti molto anziani è statisticamente corretta. Il fatto che la mortalità a 5 anni sia del 36% nei pazienti trattati invasivamente e 55% in quelli non trattati invasivamente contraddice questo atteggiamento così frequente.

In ricordo di Jonathan Miller

The art of medicine: Jonathan Miller: finding the considerable in the negligible
S. O’Mahony, gastroenterologo e scrittore, a nome del King's College scrive un ricordo di Jonathan Miller (1934-2019), medico, attore comico, regista teatrale, scrittore, celebre in UK e in USA fin dal primo spettacolo teatrale del 1960 "Beyond the fringe": un musical comico che tenne la scena per 4 anni. Di grande successo furono le sue regie teatrali e di opere liriche (anche se O'Mahoney ricorda che la sua Traviata fu contestata da alcuni critici che trovarono troppo "clinica" la morte di Violetta). Ma soprattutto Miller fu un uomo di grande cultura, un filosofo eclettico "piu' volpe che istrice" citando il saggio di Isaiah Berlin derivato dalla favola di Archiloco su "la volpe che ha mille abilità e l'istrice che ne ha una sola, ma grande".

Trattamenti psichiatrici nelle popolazioni indigene africane

A leap of faith for more effective mental health care
Articolo di commento ad un cluster trial multietnico che confronta l'efficaca ed i costi di trattamenti psichiatrici per popolazioni indigene africane effettuati dai soli medici di base e da medici di base + guaritori etnici. Sembra che i risultati clinici siano uguali, ma che la seconda modalità sia piu' economica.

Covid: variante virale con mutazione

Effects of a major deletion in the SARS-CoV-2 genome on the severity of infection and the inflammatory response: an observational cohort study
Infettivologi di Singapore che dicono di aver trovato in alcuni pazienti con COVID una variante virale con una mutazione che rende meno grave l'infezione e pensano che questa delezione potrebbe aprire la strada ad un vaccino efficace.

vai al fascicolo

Per gli articoli che Lancet pubblica su Covid-19 rimandiamo alla nostra sezione
Tutti i contenuti sono accessibili gratuitamente.
lancet coronavirus


Lancet
logo nbst pagina dettaglio
le Aziende USL Nord-Ovest e Centro accedono direttamente dal sito della rivista

a cura del dottor. Luigi Tonelli, Direttore sanitario - Misericordia di Sesto Fiorentino