5/6/2020

Nejm: novità su trasmissione, incubazione e trattamento del nuovo coronavirus Covid-19

nejm.org

NEJM: analisi epidemiologica e report sulla trasmissione del virus SARS-CoV2

Nella sezione dedicata alla malattia Covid-19, il NEJM offre una raccolta di articoli e altre risorse sull'epidemia del 2019, tra cui rapporti clinici, linee guida di gestione e commenti.

Sono molti gli articoli che escono quotidianamente nella sezione e aggiornano le conoscenze sulla malattia. Abbiamo così deciso di mettere in evidenza i più recenti e lasciare per la consultazione il repository (a cui si accede dal pulsante in fondo alla pagina) suddiviso tra gli articoli del New England Journal Medicine e NEJM Journal Watch.


Idrossiclorochina come profilassi post-esposizione
3 GIUGNO. A Randomized Trial of Hydroxychloroquine as Postexposure Prophylaxis for Covid-19
Studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo negli Stati Uniti e in alcune parti del Canada per testare l'idrossiclorochina come profilassi post-esposizione. Sono stati arruolati per lo studio 821 partecipanti asintomatici. Complessivamente, l'87,6% dei partecipanti (719 su 821) ha riportato un'esposizione ad alto rischio con un contatto Covid-19 confermato. L'incidenza di nuove malattie compatibili con Covid-19 non differiva significativamente tra i partecipanti che ricevevano idrossiclorochina (49 su 414 [11,8%]) e quelli che ricevevano placebo (58 su 407 [14,3%]). Gli effetti collaterali erano più comuni con l'idrossiclorochina rispetto al placebo (40,1% vs. 16,8%), ma non sono state riportate reazioni avverse gravi.
Dopo un'esposizione ad alto o moderato rischio di Covid-19, l'idrossiclorochina non ha prevenuto malattie compatibili con Covid-19 o confermato l'infezione, se usata come profilassi post-esposizione entro 4 giorni dall'esposizione.

Tamponi per la SARS-CoV-2: quale zona prediligere?
3 GIUGNO. Patient-Collected Swabs for SARS-CoV-2 Testing
I tamponi di lingua, naso e turbinati medi per rilevare la SARS-CoV-2 sono stati raccolti da 530 pazienti ambulatoriali prima che un operatore sanitario raccolse i tamponi rinofaringei da questi pazienti. Sia i campioni dei turbinati medi che quelli nasali raccolti dai pazienti stessi possono essere clinicamente accettabili, con una sensibilità stimata superiore al 90%.

Remdesivir per 5 o 10 giorni
27 MAGGIO. ARTICOLO ORIGINALE. Remdesivir for 5 or 10 Days in Patients with Severe Covid-19
Uno studio randomizzato ha confrontato una somministrazione di 5 giorni di remdesivir per via endovenosa con una di 10 giorni in pazienti con polmonite Covid-19 e ipossiemia che non stavano ancora ricevendo ventilazione meccanica e non ha mostrato differenze significative nei risultati relativi alla durata del trattamento.
remdesivir 5 10
Pazienti neri e pazienti bianchi con Covid-19

27 MAGGIO. Hospitalization and Mortality among Black Patients and White Patients with Covid-19
Uno studio di coorte retrospettivo ha analizzato i dati di un sistema sanitario della Louisiana la cui popolazione è nera non ispanica al 31%. Un totale del 76,9% dei pazienti ricoverati in ospedale con Covid-19 e il 70,6% di quelli deceduti per malattia erano neri. La razza nera non era associata a una maggiore mortalità in ospedale dopo aggiustamento per le caratteristiche basali dei pazienti.

Politica di assistenza per le nursing home post Covid-19
27 MAGGIO. Long-Term Care Policy after Covid-19 — Solving the Nursing Home Crisis
Covid-19 ha messo in luce le crepe nel sistema statunitense di fornitura e finanziamento delle cure a lungo termine e non esistono soluzioni facili. Abbiamo bisogno di politiche globali che prendano sul serio l'invecchiamento degli americani e lo finanzino di conseguenza e in una gamma più ampia di contesti.

Remdesivir: risultati promettenti in un report preliminare
22 MAGGIO. Remdesivir for Covid-19 — Preliminary Report
In questo studio randomizzato in doppio cieco su 1063 adulti ricoverati in ospedale con Covid-19, una sommiinistrazione di 10 giorni di remdesivir per via endovenosa è stata superiore al placebo nel ridurre i tempi di recupero. Le stime della mortalità a 14 giorni erano del 7,1% nel gruppo remdesivir e dell'11,9% nel gruppo placebo.

remdesivir studio 1063 paxCome procede la ricerca di farmaci anti Covid-19
20 MAGGIO. Dynamic Developments in Screening Candidate Drugs
Abbiamo urgentemente bisogno di farmaci efficaci per la malattia Covid-19, ma qual è il modo più rapido per trovarli? Un approccio è quello di sperare che i farmaci che hanno funzionato contro un virus diverso (come l'epatite C o l'Ebola) funzionino anche contro Covid-19. In alternativa, possiamo essere razionali e specificamente colpire le proteine ​​della SARS-CoV-2 in modo da interrompere il suo ciclo di vita. Le simulazioni di dinamica molecolare insieme allo screening virtuale ad alta produttività forniscono un mezzo per una rapida valutazione dei farmaci esistenti per l'attività antivirale. Gli autori spiegano come questi metodi servono nella ricerca di farmaci per il trattamento di Covid-19.

Angiogenesi e Covid-19
21 MAGGIO. ARTICOLO ORIGINALE. Pulmonary Vascular Endothelialitis, Thrombosis, and Angiogenesis in Covid-19
L'esame dell'autopsia dei polmoni di sette pazienti deceduti a causa di Covid-19 ha mostrato angiogenesi intussusceptive con maggiore profusione rispetto a quella riscontrata nei polmoni di pazienti deceduti per influenza o in polmoni non infetti respinti per trapianto.

Modelli epidemiologici meccanicistici
16 MAGGIO. PERSPECTIVE. Wrong but Useful
I modelli epidemiologici meccanicistici sono progettati per aiutarci a esaminare sistematicamente le implicazioni di varie ipotesi su un processo altamente non lineare che è difficile da prevedere usando solo l'intuizione. Utilizzati in modo appropriato, possono aiutarci a guidare questa pandemia.

USA, prendersi cura dei primi soccorritori Covid-19
13 MAGGIO. Preventing a Parallel Pandemic
Proprio come quando il paese si è radunato per prendersi cura dei primi soccorritori dell'11 settembre che hanno sofferto di effetti a lungo termine sulla salute, dobbiamo assumerci la responsabilità del benessere dei primi soccorritori clinici di Covid-19 - ora e nel lungo periodo.

Discriminazioni di colore nelle cure
13 MAGGIO. Inequity in Crisis Standards of Care
I recenti standard statali di assistenza per le crisi che forniscono un processo daltonico per determinare se un paziente con insufficienza respiratoria Covid-19 vive o muore sono allarmanti, poiché le politiche daltoniche provocano una discriminazione nei confronti delle comunità di colore.

Organotropismo di SARS-CoV-2
13 MAGGIO. Multiorgan and Renal Tropism of SARS-CoV-2
In questa serie di autopsie, gli autori hanno scoperto che SARS-CoV-2 ha un organotropismo che va oltre il tratto respiratorio, include reni, cuore, fegato e cervello. Essi ipotizzano che l'organotropismo influenzi il decorso della malattia di Covid-19 e, eventualmente, aggravi condizioni preesistenti.

Cuore polmonare acuto in pazienti con Covid-19
6 MAGGIO. CORRESPONDENCE. COVID-19 CASES. Acute Cor Pulmonale in Covid-19
Sono descritti cinque casi di cuore polmonare acuto in pazienti con Covid-19. Sebbene la tromboembolia polmonare acuta fosse la causa più
probabile di insufficienza ventricolare destra, non è stata definitivamente confermata in tutti i casi. Il cuore polmonare acuto che causa shock ostruttivo deve essere incluso nella diagnosi differenziale nei pazienti in condizioni critiche con Covid-19. Un video mostra i risultati cocardiografici in uno dei pazienti.

Riduzione dell'uso di imaging per stroke
8 MAGGIO. CORRESPONDENCE. Use of Stroke Imaging during the Covid-19 PandemicPandemic
Gli autori hanno esaminato un database di imaging utilizzato per determinare se i pazienti con ictus acuto erano idonei a sottoporsi a trombectomia endovascolare. Hanno riscontrato una riduzione del 39% nell'uso quotidiano di questa imaging da un periodo prepandemico di 29
giorni nel febbraio 2020 a un periodo di pandemia precoce di 14 giorni da fine marzo a inizio aprile.

Idrossiclorochina sì o no?
7 MAGGIO. Observational Study of Hydroxychloroquine in Covid-19
Tra i 1376 pazienti con Covid-19 ricoverati in un ospedale di New York City, il 59% è stato trattato con idrossiclorochina. I pazienti selezionati per il trattamento erano i più gravemente malati. Dopo aggiustamento per le caratteristiche basali dei pazienti, non vi era alcuna associazione significativa tra l'uso di idrossiclorochina e intubazione o morte (hazard ratio, 1,04; IC al 95%, da 0,82 a 1,32).
Per approfondire leggi l'editoriale The Urgency of Care during the Covid-19 Pandemic — Learning as We Go
hydroxychloroquine
Studio su lopinavir-ritonavir: nessun beneficio oltre alle cure standard
7 MAGGIO. Oral Lopinavir–Ritonavir for Severe Covid-19
Ricercatori cinesi riportano i risultati di uno studio clinico randomizzato in aperto di lopinavir-ritonavir per il trattamento di Covid-19 su 199 pazienti adulti infetti. L'end point primario era il tempo al miglioramento clinico. Nei pazienti adulti ospedalizzati con Covid-19 grave, non è stato osservato alcun beneficio con il trattamento con lopinavir-ritonavir oltre alle cure standard. Prove future in pazienti con malattia grave possono aiutare a confermare o escludere la possibilità di un beneficio terapeutico.

lopinavir
La triste lezione della provincia di Bergamo
5 MAGGIO. CORRESPONDENCE. Adaptations and Lessons in the Province of Bergamo
Un ospedale nella regione più colpita dell'Italia ha dovuto gestire un numero sempre crescente di ricoveri giornalieri per Covid-19 dopo che le risposte ritardate nella provincia hanno permesso una rapida diffusione del virus.
All'inizio dell'epidemia, il 25% dei medici dello staff (indipendentemente dalla loro specialità) è stato riassegnato all'unità Covid-19, una cifra che è aumentata progressivamente al 70% nelle settimane successive. Formazione sulla gestione di Covid-19 è stata fornita a tutto il personale ospedaliero: più di 1500 persone sono state formate in 1 settimana.
Dall'esperienza di Bergamo possono essere tratte due lezioni principali. Innanzitutto, tutti gli operatori sanitari negli ospedali, nelle case di cura e nella comunità avrebbero dovuto essere testati per Covid-19 e quelli positivi avrebbero dovuto essere isolati, anche se asintomatici. I medici sono stati inizialmente trascurati durante i tentativi di identificare e isolare le persone infette, che si concentravano su pazienti malati. Per questo motivo, e poiché i dispositivi di protezione individuale non sono stati resi immediatamente disponibili, specialmente per i medici di famiglia, sono morti 19 medici nella provincia di Bergamo (tra i 62 e i 74 anni).

Tempo di tromboplastina parziale attivata prolungato nei pazienti con Covid-19
5 MAGGIO. CORRESPONDENCE. Prolonged aPTT in Patients with Covid-19
In questo studio, il 20% dei pazienti con Covid-19 ha avuto un prolungato tempo di tromboplastina parziale attivata (aPTT). Nel 90% di questi casi, la causa era il lupus anticoagulante, senza sanguinamento associato. I pazienti con Covid-19 sono sensibili alle trombosi. La presenza di un aPTT prolungato non dovrebbe, in generale, essere considerata una controindicazione all'anticoagulazione.

quadratino Sistema renina-angiotensina-aldosterone e Covid-19

1 MAGGIO. Renin–Angiotensin–Aldosterone System Blockers and Covid-19
Questo studio caso-controllo basato sulla popolazione del nord Italia mostra che l'uso di ACE-inibitori e ARB è più frequente tra i pazienti con Covid-19 a causa di una maggiore prevalenza di malattie cardiovascolari. Tuttavia, non vi sono prove che ACE-inibitori e ARB influenzino il rischio di Covid-19.

1 MAGGIO. RAAS Inhibitors and Risk of Covid-19
Si teme che i pazienti che assumono bloccanti del sistema renina-angiotensina-aldosterone abbiano un rischio maggiore di Covid-19, poiché l'enzima 2 che converte l'angiotensina è un recettore del virus. Questo studio non ha mostrato alcun aumento della probabilità di test Covid-19 positivo o di Covid-19 grave in pazienti che assumono una delle cinque classi comuni di farmaci antiipertensivi.

1 MAGGIO. Covid-19, Cardiovascular Disease, and Drug Therapy
Sono stati analizzati i dati di 8910 pazienti ricoverati in ospedale con una diagnosi di Covid-19. La malattia cardiovascolare era associata ad un aumentato rischio di morte in ospedale. Né l'uso di inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina, né l'uso di bloccanti del recettore dell'angiotensina sono stati associati ad un aumentato rischio di morte in ospedale.

1 MAGGIO. EDITORIAL. RAAS Inhibitors and Covid-19
I redattori commentano tre articoli del Journal che forniscono dati di osservazione sul fatto che gli ACE-inibitori e gli ARB siano dannosi nel contesto dell'epidemia di Covid-19. Nessuno dei tre studi ha mostrato prove di danno sull'uso continuato di questi agenti.


Italia, studio: arresto cardiaco dopo le dimissioni
29 APRILE.
CORRESPONDENCE. Out-of-Hospital Cardiac Arrest during the Covid-19 Outbreak in Italy
Dal 21 febbraio al 1 aprile 2019, sono stati segnalati in totale 229 casi di arresto cardiaco extraospedaliero in quattro province della Lombardia, Italia. Nello stesso periodo del 2020 (i primi 40 giorni dell'epidemia di Covid-19), sono stati segnalati 362 casi, con un aumento del 58%. Degli altri 133 casi nel 2020, in totale 103 sono stati sospettati o diagnosticati Covid-19.

Equilibrio clinico
28 APRILE. PERSPECTIVE. Covid-19 — A Reminder to Reason
Di fronte a una crisi, Iacocca, defunto dirigente di una compagnia automobilistica, una volta disse: “Quindi cosa facciamo? Nulla. Qualcosa… . Se lo roviniamo, ricominciamo. Proviamo qualcos'altro. Se aspettiamo di aver soddisfatto tutte le incertezze, potrebbe essere troppo tardi ". Allo stesso modo, nel calore della Grande Depressione, Franklin Roosevelt ha commentato: “Prendiamo un metodo e proviamolo. Se falliamo, ammettiamolo francamente e proviamo altro. Ma assolutamente, proviamo qualcosa". Sebbene un approccio di prova ed errore possa essere appropriato negli affari e nella politica, potrebbe essere applicato al processo decisionale medico durante una pandemia?
Di fronte alla pandemia da Covid-19, i clinici si sentono in dovere di fare qualcosa per i loro pazienti. Ma occorre mantenere un sano scetticismo e ricordare il principio di equilibrio clinico, in particolare quando si considerano interventi che potrebbero causare danni.

Caso clinico: ictus in paziente giovane
28 APRILE. CORRESPONDENCE. Stroke in Young Patients with Covid-19
In un periodo di 2 settimane cinque pazienti di età inferiore ai 50 anni con ictus e infezione da Covid-19 si sono presentati in clinica a New York City. Gli autori riportano le caratteristiche cliniche dei pazienti, inclusa la presenza o assenza di sintomi di Covid-19.

Sindrome coronarica acuta negli ospedali del Nord Italia
28 APRILE. CORRESPONDENCE. Acute Coronary Syndrome during Covid-19 Outbreak
Durante l'epidemia di Covid-19 nel nord Italia, la frequenza giornaliera di ricoveri per sindrome coronarica acuta in 15 ospedali era significativamente inferiore alla frequenza durante due intervalli di controllo (13,3 ricoveri contro 18,0 e 18,9 ricoveri per i due periodi di controllo).


Per gli articoli precedenti apri il repository:

nejm apri articoli

Per saperne di più, consulta:

quadratino la sezione dedicata al nuovo coronavirus su BMJ
quadratino la sezione dedicata al nuovo coronavirus su Lancet
quadratino la sezione dedicata al nuovo coronavirus su Jama

quadratino la sezione Nuovo coronavirus sul sito web dell'Agenzia regionale di sanità della Toscana con le ultime novità sulla situazione epidemiologica in Italia, Toscana, raccomandazioni e buone pratiche.

quadratino gli articoli sul portale Infezioni Obiettivo Zero:



immagine: it.freepik.com